16 gennaio 2023

Grazie a Stefania Mangiare da Dio

15 gennaio 2023

Corriere della Sera di Domenica 15 Gennaio. Grazie mille a Elio Ghisalberti per lo splendido scritto. P.S. Non vi siete confusi, nel post precedente l’articolo su L'Eco di Bergamo

15 gennaio 2023

L'Eco di Bergamo di Domenica 15 Gennaio, grazie mille a Giorgio Lazzari 🙏 P.S. Non vi siete confusi, nel post seguente l’articolo sul Corriere della Sera

13 gennaio 2023

Grazie Biava Manuele 🙏

13 gennaio 2023

Grazie a Lara 🙏

11 gennaio 2023

Serata Gran Carrello del Bollito Misto, 7 tagli, 7 salse e il Sangiovese Le Fonti Giovedì 19 Gennaio 2023 ore 20

8 gennaio 2023

🍽️ Chisöl: palla di polenta come in alpeggio abbrustolita al fuoco, Formai de Mut sciolto all’interno su crema di stracchino all’antica con grattata di tartufo nero pregiato bergamasco 🏠 Ambivere - Bergamo #cucinaditradizione #premiatetrattorieitaliane #casoncellidellanonnaida #ortobiologico#cucinadistagione#cucinabergamascaconsapevole #trattoriavisconti #ambivere #premiatetrattorieitaliane #bergamofood #polentadinostromais #nostranodellisola #varietàambivere #cucinaditerritorio #bergamofood

20 dicembre 2022

Rai3 questa mattina durante il Tgr Rai Lombardia ha raccontato i Casoncelli della Nonna Ida ☺️ Condividi!

20 dicembre 2022

LA GIORNATA TIPO DEL RISTORATORE MEDIO A DICEMBRE (Copia e incolla dall’amico Andrea Fontana del Gabbiano1983 - Specialità d'oca e grandi vini) ore 7:00 La sveglia suona inesorabile. ore 7:15 Al terzo "posponi" della sveglia, il ristoratore medio decide finalmente di alzarsi dal letto e inizia a porsi le seguenti domande: chi sono, che giorno è, in che anno siamo, in quale sistema solare vivo, qual è il mio ruolo nella catena alimentare... ore 08:05 Dopo aver accompagnato a scuola i propri figli (o almeno, quei due bambini che sostenevano di essere tali l'ultima volta che li ha riconosciuti), il ristoratore medio guarda finalmente il telefonino e scopre, nell'ordine: - che deve andare in sette posti diversi per rifornire la cucina - che deve organizzare la spedizione di tredici pacchi natalizi - che deve preparare la stampa dei sei menu differenti di altrettanti pranzi aziendali - che deve andare in banca a prendere quella maledetta moneta metallica - che deve rispondere a settordici chat di whatsapp che chiedono il menù della Vigilia (chiuso), il Menu di Natale (sold out), il Menu di Santo Stefano, il Menu di San Silvestro (chiuso), il Menù dell'Epifania, il Menù della Primavera 2024 per la cresima della figlia (ok portarsi avanti, ma forse la situazione qui è leggermente sfuggita di mano...) Rigorosamente, entro le ore 12:00. Il tutto salvo tragici imprevisti. ore 14:30 Il servizio del pranzo volge quasi al termine. Il ristoratore medio deve effettuare due consegne di pacchi natalizi e tre ritiri di altrettanti fornitori. ore 16:00 all'uscita dei bambini da scuola, la combinazione berretta con pon-pon natalizi, sciarpa a pelo di renna e mascherina chirurgica rende i propri figli irriconoscibili, tanto che il ristoratore medio, che ha solo 3457 ore di sonno arretrato, alza le mani per farsi riconoscere dai suoi figli ma soprattutto per arrendersi a chiunque gli possa garantire un po' di riposo ore 17:50 dopo aver ricevuto tre fornitori fuori orario, il tecnico della lavastoviglie (che si rompe sempre a dicembre), l'amico che deve obbligatoriamente comprare la bottiglia per la cena di stasera "mi raccomando, che sia buona e costi poco", il ristoratore medio inizia la preparazione del servizio serale. ore 18:30 briefing con la sala e la cucina per le ultime disposizioni: questa sera ci sono tre celiaci, due allergici al lattosio, un intollerante al glutine, sei vegetariani, quattro vegani, tre pescivori, due fruttivori, una persona che non mangia cibi verdi e una che invece deglutisce solo se la sedia è orientata a ovest. ore 18:31 il ristoratore medio si domanda, come sempre senza risposta, quale strano motivo l'ha spinto un giorno a decidere di svolgere questa professione. ore 23:49 E anche questa sera è uscito l'ultimo cliente. C'è chi ha ringraziato per avergli fatto vivere una bellissima esperienza gastronomica, c'è chi ha ringraziato per aver trascorso tre ore di serenità, c'è chi ha detto in mezzo ai denti che è andato tutto bene e domani farà la solita recensione negativa e c'è chi lo ha confortato con un semplice sorriso. Il ristoratore medio adesso deve solamente fare chiusura di cassa, depositare l'incasso, fare il giro dei magazzini per assicurarsi che tutti i frighi funzionino e le luci siano spente, tornare a casa, farsi una doccia, ingurgitare qualcosa, passare nella cameretta dei propri figli e scoprirli sempre più belli e sempre più grandi, e poi può finalmente svenire nel letto, che domani è un altro giorno in meno che manca a Natale. ore 04:27 Caxxo Natale!! Cosa regalo a mia moglie?? E ai bambini?? Oh no, devo trovare il tempo di andare a comprare i regali... SIPARIO P.S. un like alla pagina Gabbiano1983 - Specialità d'oca e grandi vini se lo merita!